Lettere non italiane. Considerazioni su una letteratura interrotta
Lettere non italiane. Considerazioni su una letteratura interrotta
Prezzo di listino €12,35
Non disponibile -5% IN OFFERTA
Prezzo di listino €13,00 Prezzo scontato €12,35
Prezzo unitario  per 
Non disponibile -5% IN OFFERTA

Lettere non italiane. Considerazioni su una letteratura interrotta

Lettere non italiane. Considerazioni su una letteratura interrotta

Giorgio Ficara
Bompiani , 2016
Copertina flessibile
Prezzo di listino €12,35
Non disponibile -5% IN OFFERTA
Prezzo di listino €13,00 Prezzo scontato €12,35
Prezzo unitario  per 
In offerta Non disponibile
Consegna GRATUITA da 19 € di spesa
Acquistabile con Carta del docente
Acquistabile con Carte cultura

Descrizione

Esiste ancora la letteratura italiana? Qualche "apocalittico" dice di no. Qualche "continuista" dice di sì: si nasconde in angoli remoti e refrattari all'attuale italiano mediatico, che è una cattiva traduzione da un cattivo inglese. A differenza del banco dell'ortolano, dove il carciofo e il tarocco di origine protetta fanno bella mostra di sé, in libreria si trova, comunque, pochissima letteratura italiana "biologica". Che fare? In "Lettere non italiane" si discutono alcune tesi classiche nel dibattito tra apocalittici e continuisti, anche alla luce della possibile sopravvivenza e addirittura della mera esistenza storica del romanzo italiano oggi. D'altra parte, di alcuni grandi e solitari scrittori contemporanei (da La Capria a Biamonti ad Atzeni) si considera la lampante continuità con i difficili padri novecenteschi: una porta socchiusa a un riaffluire di voci familiari, un segnale di resistenza e di attesa, secondo il principio che in ogni tempo una lingua e una nazione esistono solo se esiste una letteratura, si interrompono se si interrompe la letteratura.
Leggi di +
Dettagli
  • Editore: Bompiani
  • Collana: PASSAGGI
  • Copertina: Brossura con bandelle
  • Pagine: 340
  • Dimensioni: 10.1 x 16.5 cm
  • Data di pubblicazione: 5 maggio 2016
  • ISBN: 9788845282027